Logo AVGV  
Intestazione AVGV
 
 
-

 

Krishna bhajansMusica e bhajan

Yoga dell'amore e devozioneMailing list

lezioni vita orientaleLezioni

I video degli eventi vedantaVideo

vrindavana, parikrama, radha krsna, india, diwaliFestival ed eventi

ashram, templi, luoghi sacri, luoghi antichi dell'India, parikramaPellegrinaggi spirituali

arte vedica, Nityananda, Navadvipa, Sri Caitanya, radha, india, Krishna, radharani, dipinti radha e Arte Vedica

calendario vaisnava, ekadasi, janmastamiCalendario Vaisnava

i veda, libri veda in italiano, testi sacri veda, testi veda in italiano, libri veda gratisBiblioteca libri Veda

cucina vedica, cucina orientale, cucina vegetarianaCucina Vedica

Articoli devozionali

Strumenti musicali

Abiti per lo yoga

Incensi e Ayurveda

rivista vedica, cultura vedica, cultura vaishnavaRivista

Galleria fotografica

 



Iscrivendoti alla nostra mailing list sarai informato in e-mail di tutte le novità della associazione e del sito
 
 
 

Sri Baladeva č il guru



Estratto della lezione data ieri 12 Agosto 2003 nell'occasione 
dell'apparizione di Sri Baladeva

Sri Srimad Bhaktivedanta Narayana Maharaja

Krsna è apparso come Baladeva per dare istruzioni su come servirLo. 
Proprio come una persona massaggia i suoi piedi con le proprie mani, 
similmente Baladeva è Krsna stesso nella forma di supremo guru che 
insegna agli altri come servire i Suoi piedi di loto.
Essi sono identici, c'è solo una piccola differenza: Krsna è nero 
mentre Baladeva è bianco, Krsna ha un flauto mentre Baladeva ha un 
corno di bufalo. Poichè Baladeva insegna come servire Krsna, viene 
definito akanda-guru-tattva, il principio completo e indivisibile del 
Guru.

Quando Baladeva uccise il demone a forma di asino, Denukasura, mostrò 
che soltanto il guru può rimuovere la nostra ignoranza. Quando uccise 
il demone Pralambasura mostrò che solo il guru autentico può rimuovere 
l'ipocrisia e la tendenza verso la politica e la diplomazia. Durante la 
battaglia di Kuruksetra, quando Bhima stava combattendo contro 
Duryodhana, secondo il codice degli ksatriya, Bhima 'imbrogliò' 
spezzando le coscie a Duryodhana. Baladeva si arrabbiò perchè 
Durruodhana era suo discepolo. Tuttavia quando comprese che Bhima aveva 
agito così su indicazione di Krsna, Baladeva non disse nulla e 
semplicemente partì per un pellegrinaggio.

Mentre era in pellegrinaggio, Baladeva si recò a Naimisharanya, dove il 
rishi Romaharsana stava esponendo i Purana a 88.000 saggi.Tutti i saggi
si alzarono mostrando rispetto e onore per Baladeva, ma Romaharsana non 
lo fece, non unì neppure le sue mani in omaggio. Baladeva è la 
personificazione della religione e voleva stabilire l'etichetta 
religiosa tra Guru e discepolo. Se uno prova ad insegnare agli altri e 
allo stesso tempo è offensivo verso il Guru, verrà distrutto. 
Romaharsana era un discepolo preminente di Srila Vyasadeva, il quale è 
il Guru di Baladeva Prabhu. Sri Baladeva toccò Romaharsana con un filo 
di erba kusha il quale morì all'istante. I saggi si lamentarono e 
chiesero: "Chi ci parlerà dei Purana" Baladeva rispose: "Non 
preoccupatevi, lo riporterò in vita." Essi risposero: "No, tu hai fatto 
la cosa giusta, ma noi abbiamo bisogno di un relatore." Baladeva allora 
chiamò Ugrasrava, il figlio di Romaharsana e lo benedì per essere in 
grado di parlare. Ugra significa tenace e srava significa ascolto. 
Poichè Ugrasvara fu benedetto da Baladeva Prabhu, ebbe una grande 
capacità di ascoltare hari-katha.

Nella Rama-lila c'era un gorilla di nome Dvivida che aveva compiuto un 
grande servizio per Rama. Aveva aiutato a costruire il ponte per 
giungere a Lanka e anche nella guerra contro Ravana. Sebbene Dvivida 
fosse devoto di Rama, fu offensivo verso Laksmana, il fratello minore 
di Rama, che è una manifestazione di Baladeva ed è perciò una 
manifestazione di akanda-guru-tattva. Il gorilla Dvivida era contro 
Laksmana e durante i krsna-lila fu anche contro Sri Baladeva Prabhu. Se 
uno è contro l'asraya-bhagavan (Krsna nella forma di Suo servitore), 
allora il visaya-bhagavan (Krsna come supremo goditore) non proteggerà
e non perdonerà quella persona. L'unico frutto dell'offesa verso il 
Guru sarà che quella persona verrà distrutta dalla mazza e dalla 
picozza di Baladeva Prabhu.

Se non c'è guru-bhakti, la vita è inutile. La ferma fede nel guru 
(guru-nistha) è la spina dorsale della bhakti e senza di essa la vita è 
inutile. Supponiamo che una persona vi parli dell'hari-katha e poi vi 
dica. "Vieni con me, ti porterò da un Guru autentico." Se poi voi 
andate da quel Guru e ricevete i mantra dell'iniziazione, potreste mai 
ripagare quella persona che vi ha presentato a lui Anche se quella 
persona fosse un kanistha-adhikari, un Vaisnava di terza classe, se vi 
dice cos'è la bhakti e voi non gli siete grati, perderete la vostra 
bhakti. E' possibile ripagare il debito che si è contratto nel ricevere 
la conoscenza trascendentale Anche se il vostro insegnante fosse un 
kanistha è un'offesa non ripagarlo; che dire se è un 
uttama-maha-bhagavata, un Guru autentico che è una manifestazione di 
Krsna e che si sta prendendo cura di voi. Se voi gli andate contro, 
allora Krsna dovrà creare un inferno tanto brutto che non ha ancora 
fatto e voi andrete in quel luogo. Se si offende un Guru autentico, 
milioni e milioni di vite future saranno sprecate e perdute.

Se una persona rigetta un Guru autentico, non mantenete con lui nessuna 
relazione d'amicizia: Queste non sono cose su cui scherzare, non c'è 
nulla da ridere. Se voi mantenete un'associazione con i karmi, jnani e 
yogi, anche se vestiti in abiti da Vaisnava, perderete la vostra bhakti 
molto presto. Non elogiateli e non criticateli oppure perderete la 
vostra bhakti. Non associatevi con loro nè col corpo nè con la mente. 
Criticarli significa associarsi con la mente. Tenete queste persone 
fuori dalla vostra mente altrimenti molto presto otterrete le loro 
qualità. Se voi gettate dell'acqua su una fonte di elettricità, l'acqua 
carica di elettricità rimbalzerà contro di voi e prenderete la scossa. 
Quindi non criticate neppure una persona offensiva verso il Guru. Se vi 
associate con chi è offensivo o peccaminoso, le sue qualità si 
rifletteranno nel vostro cuore. Perciò state attenti. Non associatevi 
con loro neppure in sogno. Se qualcuno è contro il guru, non guardate 
neppure la sua ombra altrimenti la vostra bhakti non si manifesterà per 
milioni e milioni di vite. La bhakti si può manifestare solo per 
misericordia del Guru. Conducete la vostra vita tenendo in mente queste 
considerazioni.
Stasera continueremo a parlare di Sri Baladeva Prabhu.

 

 
     
 
 

 

Aggiungi questa pagina ai preferiti di Internet Explorer  

Visione consigliata a 1024x768 o superiore
Utilizzare Netscape 4.0 o Internet Explorer 5.0 e sup.
Copyright © 2003 LuX Powered by
ZeusComputer
Vai alla home page Conoscerci meglio Come contattarci Link utili