Logo AVGV  
Intestazione AVGV
 
 
-

 

Krishna bhajansMusica e bhajan

Yoga dell'amore e devozioneMailing list

lezioni vita orientaleLezioni

I video degli eventi vedantaVideo

vrindavana, parikrama, radha krsna, india, diwaliFestival ed eventi

ashram, templi, luoghi sacri, luoghi antichi dell'India, parikramaPellegrinaggi spirituali

arte vedica, Nityananda, Navadvipa, Sri Caitanya, radha, india, Krishna, radharani, dipinti radha e Arte Vedica

calendario vaisnava, ekadasi, janmastamiCalendario Vaisnava

i veda, libri veda in italiano, testi sacri veda, testi veda in italiano, libri veda gratisBiblioteca libri Veda

cucina vedica, cucina orientale, cucina vegetarianaCucina Vedica

Articoli devozionali

Strumenti musicali

Abiti per lo yoga

Incensi e Ayurveda

rivista vedica, cultura vedica, cultura vaishnavaRivista

Galleria fotografica

 



Iscrivendoti alla nostra mailing list sarai informato in e-mail di tutte le novità della associazione e del sito
 
 
 

L'ispirazione di Sri Govindadeva



L'ISPIRAZIONE DI
SRI GOVINDADEVA PER PREDICARE

Sri Srimad Bhaktivedanta Narayana Maharaja

(Mathura, India sera del 28 novembre 2000

[[[]][[[]][[[]][]][]]La seguente è la lezione che Srila Maharaja ha dato la notte prima di
iniziare il suo tour di predica in occidente. Un pujari di Jaipur ha
portato a Srila Narayana Maharaj una ghirlanda di Sri Govindadeva poco
prima che iniziasse la lezione. Ora Srila Maharaja si toglie la girlanda e
inizia la lezione.[[[]][]][]]

Srila Narayana Maharaja: questa mala (ghirlanda) viene da Govindadeva di
Jaipur. Lui è l'aradhyadeva di tutta la nostra Gaudiya sampradaya, è
l'aradhyadeva di Srila Rupa Gosvami ed è tramite Rupa Gosvami che Si è
reso manifesto. Govindadeva ha mandato questa Sua mala prasada, viene
direttamente dal Suo collo. E' molto misericordioso con me. L'ha mandata
dicendo: "Devi essere molto coraggioso. Non avere paura. Ti mando questo
prasada e questa mala. La tua predica avrà successo ovunque." Sicuramente
sono molto fortunato ad aver ricevuto questo da Lui perchè io non ho
chiesto a nessuno di portarmelo. Penso che l'ispirazione sia venuta dal
cuore di Govindadeva Stesso.

So di essere un filo d'erba secca. Non posso fare niente, ma so che Sri
Caitanya Mahaprabhu, Radha-Krsna Yugala e la nostra guru parampara
desiderano che io faccia qualcosa. Ecco perchè hanno cosparso la Loro
misericordia su di me. Io penso di non fare nulla. Loro mi stanno facendo
fare tutto. Qualche volta rimango confuso perchè Loro hanno molta
misericordia incondizionata per me. Se voi avete il desiderio di servire,
allora Govinda, Gopinatha, Madana Mohana, Mahaprabhu e tutta la nostra guru
parampara vi ispirerà, altrimenti no.

Sono felice e molto fortunato che per la misericordia senza causa di
Govindadeva il pujari mi abbia portato questa mala. Lo benedico di tutto
cuore così che possa essere benedetto da Radha Krishna coniugali e da
Mahaprabhu, Dio la Persona Suprema.

Domani mattina partirò per Delhi e il giorno dopo andrò a Francoforte in
Germania. Dopo aver parlato per qualche giorno andrò nella capitale del
Brasile e poi in America e in altri posti, dal Polo Nord al Polo Sud.
Voglio le benedizioni dei Vrajavasi, della nostra guru varga, del nostro
aradhyadeva e anche la vostra benevolenza.

[[[]][[[]][[[]][]][]]Srila Narayana Maharaja chiede a Brajanatha Prabhu di parlare riguardo la
missione di Sri Caitanya Mahaprabhu. Brajanatha Prabhu relaziona su come
Mahaprabhu è venuto per dare Vraja prema, il prema dei Vrajavasi. Spiega la
storia della relazione di Srila Gurudeva con Srila Bhaktivedanta Svami
Prabhupada e di come su richiesta di Prabhupada ha aiutato i suoi discepoli
dopo la sua scomparsa.[[[]][]][]]

Srila Narayana Maharaja: Se uno si ripromette: "Servirò Sri Caitanya
Mahaprabhu e predicherò il Suo santo nome ovunque nel mondo", Krishna e Sri
Caitanya Mahaprabhu gli daranno la Loro misericordia per predicare.
All'inizio, Srila Bhaktivedanta Svami Maharaja non era un esperto
kirtaniya. Nonostante questo, più tardi quando si recò in occidente,
cantava i kirtana dal profondo del suo cuore piangendo: "Vande
rupa-sanatanau raghu-yugau sri-jiva-gopalakau." Tutti i kirtana li cantava
con questo sentimento. "Gauranga bolite habe pulaka sarira", "Jaya radha
Madhava Jaya Kunja Bihari." Egli cantava con un tono molto patetico (in uno
stato d'animo di separazione), in tutto il mondo e Krishna lo ispirava.
Anch'io sto realizzando queste cose. Se avete il desiderio di servire
Krishna, allora Egli vi concederà la Sua misericordia.

[[[]][[[]][[[]][]][]]Srila Narayana Maharaja inizia a parlare in hindi e chiede a Ramacandra
Prabhu di tradurre.
Ramacandra Prabhu: "Come Gurudeva ha spiegato, egli partirà domani per il
suo tour mondiale intorno alla terra, 'dal Polo Nord al Polo Sud'. E' già
stato benedetto da Sri Sri Radha e Govindadeva, e sta ricevendo anche il
buon augurio di tutti i Vrajavasi. Sta esprimendo il suo cuore, il suo
stato d'animo profondo. Ha detto che vuole che la predica della nostra guru
parampara, gli insegnamenti di Srila Rupa Gosvami devono continuare.

Ha detto che i libri che non sono disponibili in Hindi devono essere
tradotti in Hindi, e lui sta provando a farlo. Non ci sono traduzioni
Vaisnava in Hindi dei commentari dello Srimad Bhagavatam fatti dai nostri
acarya. Esistono molte traduzioni in hindi ma nessuna è nella nostra linea
Vaisnava, con i commentari dei nostri acarya. Srila Svami Maharaja ha fatto
una traduzione e commento in inglese ma la traduzione in hindi del suo
lavoro contiene molti errori. Oltre questo i commentari degli acarya sono
molto ampi e Srila Maharaj ne ha tradotto solo una piccola parte nelle sue
spiegazioni. Resta moltissimo da fare. Ha dato anche lunghe lezioni sul
Vilapa Kusumanjali relative ai commentari di Srila Visvanatha Cakravarti
Thakura, ma nonostante questo ancora molto rimane. La Sri Caitanya
Caritamrita è stata tradotta e commentata in Inglese da Srila Svami
Maharaja ma ancora sono stati lasciati molti argomenti agli altri da
tradurre. Srila Gurudeva ha detto che vuole che questi argomenti siano
spiegati e presentati ai devoti senza desidero.

L'Ujjvala Nilamani di Srila Rupa Gosvami è una scrittura di alto livello.
E' un dono inestimabile. Ci sono molti commentari su questo libro fatti da
Srila Visvanatha Cakravartipada e da altri. Srila Gurudeva desidera che
questi grantha vengano tradotti prima in hindi e poi in inglese. Il
cinquanta percento del Madhurya Kadambini è già stato tradotto con i
commentari fatti da lui e lo vuole completare per renderlo disponibile a
tutti. Sri Damodarastakam è stato commentato da Srila Bhakti Prajnana
Kesava Maharaja; in questo libro egli ha espresso dei bellissimi pensieri
dal suo cuore. Nel corso di tutti i Vraja Mandala Parikrama Srila Gurudeva
spiegava questo Sri Damodarastakam e ogni anno si rivelavano nuovi pensieri.

Gurudeva dice che queste traduzioni non verranno automaticamente. Si deve
avere un intenso desiderio di servire il Signore. Quando Krishna potenzia
una persona e gli concede la Sua misericordia, solo allora sarà possibile
altrimenti no. Gurudeva ha portato un esempio traendolo dalla sua vita. Ha
detto che prima non conosceva il sanscrito. Voleva servire a tutti i costi
e per questo non appena toccò i grantha, molti sono stati tradotti con i
suoi commenti. Per esempio ha tradotto la Srimad Bhagavad-gita con la
spiegazione di Srila Visvanatha Chakravarti Thakura.

Srila Gurudeva ha detto che ha il desiderio di servire e perciò non appena
intraprende una qualsiasi attività, questa ha successo. Egli sta dando ai
suoi discepoli molta libertà, a tanti discepoli è stato permesso di
imparare il sanscrito. Ha detto che dovrebbero continuare con questo
compito spirituale. Non devono perdere l'entusiasmo perchè questo compito è
eterno.

Ashoka, un dei grandi imperatori d'India, rispettava e aveva adottato il
Buddismo, ovvero la filosofia Bauddhavada, una religione atea e l'aveva
diffusa mentre governava l'Impero. Aveva persuaso e ispirato molti giovani
ragazzi e ragazze a diventare dei mendicanti, lasciare le loro famiglie e
diventare dei biksu (mendicanti). Essi si recarono nell'estremo oriente e
dovuto a ciò il Buddhismo si è diffuso in Cina, Giappone e in molte altre
nazioni. I mezzi di trasporto all'epoca non erono molto comodi. I
predicatori erano perciò soliti viaggiare con le navi, i carri e altri
mezzi simili. Se loro hanno potuto fare così tanto, perchè noi non
possiamo Il Gaudiya Vaisnava dharma è reale ed eterno.

Oggigiorno noi vediamo che il Bauddhavada dharma e il Jain dharma che sono
filosofie atee stanno diventando popolari. Noi abbiamo un duro compito
davanti a noi e dobbiamo esserne preparati.

Gurudeva ha continuato dicendo che persone da tutto il mondo stanno vedendo
ad ascoltare le sue lezioni dovuto alla sua ferma determinazione e alla sua
ferma fede. Oggi anche il neo eletto presidente della municipalità è venuto
a ricevere le sue benedizioni. Persone di questo tipo generalmente sono
orgogliose e pensano: "ora sono il nuovo presidente" ma ora questo
presidente è venuto per ricevere le benedizioni di Srila Gurudeva. Gurudeva
gli ha detto: "se vuoi essere una persona popolare ed ottenere successo non
inseguire i soldi". Ha detto che quando incontra personalmente la gente
dice loro: "io non voglio denaro." In questo modo molte persone sono
disposte a darmi crore di rupie, ma io non sono venuto da un'India povera.
Io vengo da Bharata, la ricca e opulenta Bharata. Che cos'è Bharata
Bharata significa una nazione assorta nell'Unnata ujjvala-rasa,
vraja-prema, l'amore delle gopi. In realtà Bharata non è nè una nazione nè
un tratto di terra. E' una sanskriti, una cultura. Bharata significa essere
assorti nell'Unnata ujjvala-rasa.

Srila Gurudeva ha detto che questo pensiero Rupanuga è un amore di alto
livello. E' incomparabile, ineguagliabile, unico ed inesitmabile. Chi può
pagare il suo prezzo Tutta la ricchezza del mondo non può mai pagare
questa ricchezza. Noi dobbiamo diffondere questo messaggio. Le nostre
scritture affermano: 'tamaso ma jyotir gramanyah'. Che cos'è jyoti
Significa luce. Che cos'è questa luce Non viene da una lampadina o dal
sole. Nel nostro gayatri mantra diciamo 'bargo devasya'. Devasya significa
Krishna e bargo significa la Sua potenza. Qual è la potenza di Krishna
Srimati Radharani. L'amore che Lei ha per Krishna è questa la luce. Questa
è la luce che i nostri Veda ci ispirano a ricevere ed a fare nostra. Ma chi
conosce questa verità Solo coloro che si dedicano a riceverla.

Se noi continuiamo a litigare gli uni con gli altri, non l'otterremo. La
cosa importamte è che non dobbiamo avere invidia verso nessuno. Non
dobbiamo avere sentimenti di inimicizia nel nostro cuore. Il nostro cuore
deve essere libero dall'invidia e dalla gelosia e dovremmo avere
un'attitudine di servizio: trnad api sunicena taror api suhisnuna amanina
manadena kirtaniyah sada harih. Con questo sentimento di umiltà e questa
attitudine di servizio, l'autentico krishna nama verrà sulla nostra lingua.
Harinama non è qualcosa da cantare. Deve essere servito. E' Krishna Stesso.
Nama cintamanih krsnas caitanya-rasa-vigrahah purnah suddho nitya-mukto
'bhinnatvan nama-naminohit.

Gurudeva ha poi spiegato un altro verso: atah sri-krsna-namadi na bhaved
grahyam indriyaih sevonmukhe hi jihvadau svayam eva sphuraty adah. Jihva
significa lingua. Krishna-nama discende automaticamente dal piano più
elevato fino alla nostra lingua. Come Quando noi adottiamo
quest'attitudine di servizio e uno stato d'animo molto umile, allora
realizzeremo che la bhakti si sta instillando in noi e sperimentiamo i suoi
sintomi. Quali sono questi sintomi Quando noi mangiamo, sentiamo che lo
stomaco è pieno e ci sentiamo soddisfatti, e allo stesso tempo forti e in
salute. Similmente quando noi sentiamo che stiamo facendo bhakti,
diventiamo assorti e la gustiamo, simultaneamente abbiamo dei sentimenti di
rinuncia nel nostro cuore. In quel momento noi realizzeremo che Krishna si
sta prendendo cura di noi e non saremo più preoccupati per la nostra
esistenza e per il nostro mantenimento perchè saremo già mantenuti da
Krishna. Qualunque cosa riceviamo è dovuta dal nostro vecchio karma. Noi
non ci preoccuperemo per queste cose. Poi otterremo muktipada. Anche la
mukti è seduta ai piedi di Krishna. Noi riceveremo quella bhakti di alto
livello, pura bhakti o prema bhakti.

Srila Narayana Maharaja: Srila Bhaktivinoda Thakura ha scritto delle
preghiere, prarthana, in bengali per i sadhaka, i praticanti spirituali.
Tutti i sadhaka dovrebbero seguire questa preghiera: "Vergogna! Vergogna!
Il mio cuore non si sta sciogliendo. La bhakti, il Krishna-nama, e l'hari
katha sono come il sole ma il mio cuore è come il ghiaccio dell'Islanda,
non si scioglie. Il ghiaccio può sciogliersi al sole ma il mio cuore non
può." Anche se ascoltiamo i nomi di Krishna, Govinda, Gopinatha, e
ascoltiamo molta hari katha, i nostri cuori non si sciolgono. Perchè
Questo è dovuto alle aparadha, offese. Noi abbiamo fatto molte aparadha e
ancora stiamo continuando a farle. "Oh, il mio cuore è diventato molto
duro. E' per questo che non si scioglie." Se un persona è sincera e non fa
aparadha, allora il suo cuore si scioglierà.

madhuram madhuram etan mangalam mangalanam
sakali-nigama-valli sat-phalam cit-svarupam
sakrd api parigitam sraddhaya helaya va
bhrguvara! nara-matram tarayet krsnanama

'Il Krishna-nama è più dolce del dolce e più aupicioso di tutto ciò che è
di buon auspicio. E' la pianta fiorente e l'eterno frutto maturo del
Bhagavata. E' la personificazione della conoscenza. O Bhrgu Muni! Anche se
si canta il santo nome una sola volta, con fede o indifferenza, si è
immediatamente liberati dall'oceano di nascite e morti!'

So che il cuore di una persona fortunata si può sciogliere, ma solo per un
breve attimo. Per questo Srila Bhaktivinoda Thakura ha scritto: Vergogna!
Vergogna!" Inoltre, l'attaccamento per il Guru e i Vaisnava non arriva.
Perchè non giunge Noi lo vogliamo ma non viene. Perche

Una volta a Sri Vrindavana Dhama, c'era una riunione di Vaisnava. L'oratore
stava spiegando lo Srimad Bhagavatam in un tale modo che tutti piangevano.
Una persona però faceva eccezione. Voleva piangere ma il suo cuore non si
scioglieva, era preoccupato per questo. Pensava: "oh, cosa penseranno gli
altri vedendo che sono l'unico a non piangere" Il giorno successivo l'uomo
tornò all'assenblea con un pò di peperoncino in polvere in tasca. Quando
tutti iniziarono a piangere, l'uomo prese il peperoncino dalla tasca e lo
mise negli occhi. Immediatamente lacrime scesero dai suoi occhi come
torrenti. Uno dei devoti lo vide e quando la lezione finì chiamò quella
persona e gli disse: "tu sei un vero vaisnava. Sono molto fortunato. Ho
letto nello Srimad Bhagavatam e negli sastra che i sensi che non sono
favorevoli alla coscienza di Krishna devono essere puniti. L'ho ascoltato e
l'ho letto ma fino ad oggi non l'avevo mai visto. Oggi ti ho visto punire i
tuoi occhi con del peperoncino in polvere." Poi abbracciò quell'uomo.
Immediatamente le aparadha di quell'uomo scomparvero, il suo cuore si
sciolse e le lacrime uscirono veramente dai suoi occhi.

Se noi constatiamo che ascoltando il nostro cuore ancora non si scioglie,
oppure che anche se vengono lacrime, il cuore non si scioglie, allora
dovremmo realizzare questo fatto: che siamo degli aparadhi di alta classe.
Noi abbiamo fatto aparadha e stiamo continuando a farle. Dobbiamo smettere
e dispiacerci profondamente di essere degli aparadhi. Dovreste pregare: "O
Nome, abbi pietà di me. Devi essere misericordioso con me" Solo quando
realizzerete qualcosa, in quel momento il vostro cuore sarà veramente
sciolto. Questo è il processo.

Oggi il parikrama è finito. Le mie benedizioni di tutto cuore a voi.
Qualunque cosa abbiate sentito nelle mie lezioni durante il Vraja Mandal
parikrama nel mese di kartika, fino ad ora, dovreste provare a seguirlo.
Chiamate il Radha kunda, il Syama kunda, Raya Ramananda, Svarupa Damodara,
e tutti gli altri. Loro sono qui. Se siete sinceri, Loro vi ascolteranno.
Dovete provare a fare tutte queste cose. Tutto questo è stato detto da Sri
Rupa e Raghunatha Gosvami e da tutti i nostri Guru, da Sri Caitanya
Mahaprabhu, e dovete provare a seguire. Non abbiate dubbi, neanche l'ombra
di un dubbio nei vaisnava, nella guru parampara, nell'hari katha o
nell'harinama. Mai avere dubbi. Un dubbio entrerà come la punta di un ago e
poi uscirà come un elefante. Così tutto verrà distrutto. Quindi non abbiate
nessun dubbio.

 

 
     
 
 

 

Aggiungi questa pagina ai preferiti di Internet Explorer  

Visione consigliata a 1024x768 o superiore
Utilizzare Netscape 4.0 o Internet Explorer 5.0 e sup.
Copyright © 2003 LuX Powered by
ZeusComputer
Vai alla home page Conoscerci meglio Come contattarci Link utili