Logo AVGV  
Intestazione AVGV
 
 
-

 

Krishna bhajansMusica e bhajan

Yoga dell'amore e devozioneMailing list

lezioni vita orientaleLezioni

I video degli eventi vedantaVideo

vrindavana, parikrama, radha krsna, india, diwaliFestival ed eventi

ashram, templi, luoghi sacri, luoghi antichi dell'India, parikramaPellegrinaggi spirituali

arte vedica, Nityananda, Navadvipa, Sri Caitanya, radha, india, Krishna, radharani, dipinti radha e Arte Vedica

calendario vaisnava, ekadasi, janmastamiCalendario Vaisnava

i veda, libri veda in italiano, testi sacri veda, testi veda in italiano, libri veda gratisBiblioteca libri Veda

cucina vedica, cucina orientale, cucina vegetarianaCucina Vedica

Articoli devozionali

Strumenti musicali

Abiti per lo yoga

Incensi e Ayurveda

rivista vedica, cultura vedica, cultura vaishnavaRivista

Galleria fotografica

 



Iscrivendoti alla nostra mailing list sarai informato in e-mail di tutte le novità della associazione e del sito
 
 
 

SADHANA E SADHYA



Srila Bhaktivedanta Narayana Maharaja

SADHANA E SADHYA
(Murwillumbah, Australia, January 19, 2000, am)

Ho detto molte cose riguardo il nostro scopo, così ora vorrei parlare del
processo, o metodo attraverso il quale possiamo raggiungere questo scopo.
Prima di tutto, dobbiamo conoscere qual è lo scopo della nostra vita; poi,
in accordo a questo, dobbiamo stabilire il processo, il modo con cui
possiamo raggiungerlo. Se non c'è scopo (sadhya), non c'è processo
(sadhana). Abbiamo parlato di molti dettagli su che cos'è il nostro scopo,
cioè che Krsna-prema è il nostro scopo. Ma che genere di Krsna-prema
Abbiamo già discusso di tutto questo.

Prima di tutto dobbiamo giungere a Srila Rupa Gosvami. Egli è un esperto
conoscitore ed ha la capacità di aiutarci. Egli ha appreso ogni cosa da Sri
Caitanya Mahaprabhu, da tutti quelli che erano a Puri, a Vrindavana e negli
altri luoghi. Quindi è molto esperto. Per prima cosa dobbiamo capire che la
spina dorsale del bhajana è il guru. Se il nostro guru non è stato
determinato (p.e. se noi non abbiamo accettato un guru) allora come faremo
l'adorazione a Gurudeva, quando iniziamo l'arcana, l'adorazione o
qualcos'altro Se qualcuno vi risponde: "Oh, Caitanya Mahaprabhu è il mio
guru, Srila Prabhupada è il mio guru", sarà un'offesa.

Se non sapete nulla e cantando il mantra pensate: "Oh, Krishna è il mio
guru, Mahaprabhu è il mio guru", va bene, perchè siete sinceri e Krishna
verrà o invierà qualcuno. Egli arrangerà mandando un devoto di alta classe.
Ma uno potrebbe deliberatamente pensare: "Tutti i mantra possiedono molto
potere e attraverso quel potere si potrà ottenere tutto senza l'aiuto di
nessun guru perchè in tutti i mantra dell'Hari Bhakti Vilasa e quelli
contenuti nelle varie scritture sta scritto che non c'è bisogno di nessun
guru, di nessuna diksa, purascarya, niente. Questo è stato scritto quindi
io non voglio accettare un guru. Krishna è il mio guru, Mahaprabhu è il
guru, sono come guru all'ingrosso; oh, anche Nityananda Prabhu è il mio
guru, così Li adorerò e attraverso i mantra che sono molto potenti Loro Si
manifesteranno in me." Questa è un'offensa. Srila Visvanatha Cakravarti
Thakura e tutti gli altri ma specialmente Srila Jiva Gosvami, hanno detto
che questa è un'offesa, una grande offesa. Che tipo di offesa

Non accettare un guru consapevolmente. Se non siete a conoscenza di nulla e
vi comportate in questa maniera ma siete sinceri, allora Mahaprabhu vi
invierà un suddha guru e così rientrerete nella linea e avanzerete. Ma se
consapevolmente uno pensa che il mantra farà ogni cosa e pensa di non aver
bisogno di nessun guru, allora farà offese e sarà distrutto. A chi offrirà
per primo i suoi pranama Se Krishna è il guru, chi è il Suo aradhya
(l'oggetto di adorazione), chi è l'aradhya Se Mahaprabhu è il guru chi è
l'aradhya, ci sono molte cose da sapere. E questo non è buono.

So che ci sono tante cose che sono state scritte nell'Hari Bhakti Vilasa.
Tutte sono ok e autentiche, ma Srila Rupa Gosvami ha detto, Srila
Visvanatha Cakravarti e tutti gli altri hanno detto che tra i i tipi di
processi, ci sono specialmente i sessantaquattro aspetti della bhakti.
Quando un discepolo prende l'iniziazione e progredisce, conosce molte cose
ma non può seguire tutti i processi, gli aspetti della bhakti. Egli
sceglierà e dividerà i sessantaquattro aspetti in cinque: bhavamayi, bhava
sambandhi, bhava anukula, bhava pratikula, bhava aviruddha. Lui dovrà
sapere qual è bhava sambandhi e qual è bhavamayi. Bhavamayi è a sua volta
di cinque tipi: santa, dasya, sakhya, vatsalya e madhura. Questi sono i
bhava. Così quando noi raggiungeremo il nostro bhava, cosa desideriamo come
sthayi bhava, quel bhava non cambierà più. Krishna è il mio amato, Krishna
è mio figlio, Krishna è il mio amico, Krishna è il mio maestro, questi sono
i cinque sentimenti.

Supponiamo che uno si trovi nel rasa più elevato, il madhurya rasa. Che
cosa deve ascoltare Ciò che riguarda Rupa Manjari o le gopi assieme a
Krishna. In questo modo egli cercherà di fare il kirtana così e ascolterà
tutte quelle cose. A lui non piacerà ascoltare altre cose. Specialmente
quando sarà solo e ricordando e compiendo il kirtana mediterà; egli
specialmente penserà al madhurya rasa. E quelli che sono in vatsalya rasa a
cosa penseranno A come Yasoda mantiene Krishna, come Gli dà il latte, come
compie tutto così bene, sempre indaffarata per Krishna. Penserà così, sarà
in un bhava come questo (nella sua linea). Lui amerà il vatsalya rasa. E
quelli a cui piace il sakhya rasa, penseranno agli amici che fanno sempre
giochi amichevoli. Quindi se uno è in madhurya rasa, ascolterà sempre
solamente queste cose. Quando farà il kirtana, mediterà: "Oh, dov'è Krishna
con le gopi, suonando il Suo flauto" Allora bhava sambandhi si
trasformerà in bhava. In questo modo sravanam, kirtanam, visnu smaranam,
saranno d'aiuto a quel bhava e dopo un pò di tempo si trasformeranno in
quel bhava. Bhava anukula significa servire Tulasi, Ekadasi, osservare
Janmastami; sono tutte cose favorevoli, ma quando egli sarà avanzato,
allora anche questo verrà trasformato in bhava sambandhi. Noi accetteremo
quei sentimenti che sono favorevoli, non accetteremo gli altri; vale a dire
che dobbiamo rifiutare quello che non è favorevole al nostro bhava e
accettare quello che è veramente favorevole.

Questo vale anche per gli altri devoti: forse loro mediteranno su Rukmini,
Satyabhama e Dvaraka, ma quelli che sono fermi in quel sentimento, il
madhurya o il vatsalya non accetteranno mai l'altro. Quindi noi lo
rigetteremo. Capite questo o no Bhava sambandhi significa cantare:
"radha-krsna prana mora yugala kisora, jivane marane gati aro nahi mora".
Questo è bhava sambandhi. In che modo Io desidero il madhurya rasa quindi
ascolterò questo kirtana, canterò questo kirtana. Io posso ascoltare
qualcos'altro, le canzoni del dasya rasa, ma non avrò gusto. Su cosa
meditate Che Krishna e Balarama con tutti i pastorelli stanno andando a
pascolare le mucche, o no Su cosa meditiamo Oh, le gopi si stanno
lamentando per Krishna. Asanvitam phalam .. (Venu Gita 8). Gli occhi sono
coronati dal successo quando guardano Radha e Krishna; ma gli occhi sono
inutili se non vedono Radha e Krishna coniugali. Così noi ricorderemo e
mediteremo solo questo.

Quando incontreremo qualche devoto di alta classe con lo stesso sentimento,
sva-jatiya snigdhasraya, essi si lamenteranno: "Io non ho prema per Radha e
Krishna. O Rupa Manjari, sii misericordiosa con me." Essi non diranno: "O
Narada Rsi, sii misericordioso." Essi non diranno: "Jagai, Madhai Prabhu,
siate misericordiosi con me perchè ora siete stati liberati." Non
pregheranno Sanaka, Sanandana. Essi non pregheranno: "O Sanaka, Sanandana,
ora voi conoscete i passatempi di Krishna poichè avete istruito Nårada
sugli asta kaliya lila." Quindi tutti questi sono bhava sambandhi, ma le
cose che sono di aiuto a bhava sambandhi, il tilaka, Ekadasi, Janmastami e
tutto il resto, come leggere lo Srimad Bhagavatam; anche questi sono bhava
sambandhi e anche anukula. Ekadasi e tutte queste cose sono anukula e noi
dobbiamo adottarli. Successivamente diventeranno bhava sambandhi e bhava
sambandhi a sua volta si trasformerà in bhava. E per ciò che non è nè
favorevole nè sfavorevole cosa dovremmo fare Dovremo scegliere: dovremo
prendere quelli che sono favorevoli.

Se avete questo sentimento, il sentimento di madhurya, allora dovete
rifiutare di meditare su Dvaraka, su Satyabhama, Rukmini, meditare su di
loro. Non c'è problema per chi è agli inizi; può essere molto utile farlo,
ma quelli che sono avanzati lo lasceranno. Essi possono scavalcare
qualcosa; non c'è problema. Ma non possono scavalcare Ekadasi, Janmastami e
tutto il resto. Essi però possono scavalcare tutti questi (neutrali e
sfavorevoli al loro sentimento). Non c'è problema. Quindi tra i
sessantaquattro noi possiamo scavalcare, cedere su alcune cose che non sono
favorevoli e quello che è favorevole possiamo accettarlo, possiamo cedere
su alcune cose che sono sfavorevoli o neutrali (pratikula e aviruddha). In
qualche rara circostanza si può cedere anche su alcune cose favorevoli
(bhava anukula ma non sambandhi). E' stato detto: 'tulasi, asvattha e
amlaki,' cosa significa amlaki

Devoto: "L'albero Amla."

Srila Maharaja: Noi proteggiamo le mucche, le mucche vanno rispettate,
perchè sono connesse alla bhakti. Ma noi adoriamo solo Tulasi, perchè lei è
la priya di Krishna, facciamo però pranama all'albero Amla, ma non lo
adoriamo, noi non lo facciamo; non abbiamo niente a che fare ..

Devoto: Essi sono in relazione al Signore Narayana, ai passatempi di Narayana.
Srila Maharaja: Si.

 

 
     
 
 

 

Aggiungi questa pagina ai preferiti di Internet Explorer  

Visione consigliata a 1024x768 o superiore
Utilizzare Netscape 4.0 o Internet Explorer 5.0 e sup.
Copyright © 2003 LuX Powered by
ZeusComputer
Vai alla home page Conoscerci meglio Come contattarci Link utili